La scultura è una forma d’arte antichissima, tanto che capolavori artistici che fanno parte di questa categoria, appartengono persino all’epoca mesopotamica, egizia, greca e Romana. A rendere questo settore così particolare però non sono solo i ritrovamenti antichi e le magnifiche opere realizzate da famosi artisti, quanto anche i materiali. Negli ultimi anni infatti, molti esperti in materia si sono cimentati ad utilizzare elementi molto originali per dare forma a statue magnifiche. Si tratta non solo di sculture in ghiaccio, di cui si è sentito parlare spesso, ma persino di opere ottenute con arbusti, cespugli, grappette metalliche, tappi di penna e non solo.

 

Scultura: statue che stupiscono

 

La scultura è una forma d’arte che ha visto firme di artisti molto conosciuti, che hanno dato vita a correnti artistiche che hanno segnato dei cambiamenti importanti nella storia dell’arte. Negli ultimi decenni però, tanti scultori si sono cimentati a provare qualcosa di diverso, che potesse stupire sempre di più gli osservatori. In molti infatti hanno provato ad ottenere sculture da materiali poco usati. Tra questi, il legno e il ghiaccio, materiali difficili da intagliare e scolpire, anche perché spesso si rivelano delicati, soprattutto il secondo. Sebbene questi due però vengano usati già da parecchi esperti, lo stesso non si può dire delle grappette metalliche, materiale con cui alcuni scultori riescono a realizzare meraviglie assolute.

Forme animali, oggetti, miniature che rappresentano case oppure opere molto simboliche: sono questi i soggetti scelti da questi artisti così particolari. Oltre a questo, ci sono persino persone che scelgono gli arbusti secchi per dare vita a statue di grandi dimensioni, magnifiche. Quello che stupisce di più è che da rami secchi, non tutti si aspettano di trovarsi davanti delle sculture così grandi o ben fatte. Questo però non è tutto, anche perché c’è chi usa ulteriori elementi per mostrare la sua bravura nell’arte.

 

Tappi di penne, posate, nastro adesivo: i materiali che nessuno si aspetta

 

Quando si parla di scultura, nessuno si aspetterebbe di sentire che ci sono artisti in grado di creare statue ad altezza umana con tappi di penne, né con nastro adesivo fuso. Ciò che stupisce è il risultato: le statue sono di una perfezione unica e persino i dettagli sono curati.

Tra i nomi più famosi si può citare quello di Gary Hovey, che addirittura usa delle posate per creare le sue sculture, oppure Brian Dettmer, che fonde le videocassette per dare vita a teschi, resti di scheletri di animali o forme particolari. Kyle Bean però stupisce tutti, anche perché realizza gigantesche statue con i gusci di uova rotti.

 

C’è però anche chi usa delle verdure per scolpirle fino a creare volti umani, ma non solo. C’è addirittura chi riesce ad intrecciare fili di erba o di paglia per dare forma ad animali a grandezza naturale, molto particolari. Yong Ho Ji è però uno degli artisti in grado di stupire di più, anche perché usa pneumatici ormai non più utili per le auto, per ottenere statue che rappresentano creature mitologiche. La fantasia però non ha limiti, anche perché c’è chi usa guanti di gomma, bottiglie di plastica e persino pane! Insomma, gli elementi da utilizzare per formare sculture sono davvero diversi e la bravura di questi artisti sta non solo nei risultati, ma anche nella scelta del materiale particolare!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here