I vantaggi di un controsoffitto in cartongesso sono molteplici, a cominciare dal fatto che si tratta di una struttura in grado di isolare non solo dal punto di vista acustico, ma anche da quello termico.

Secondo numerose ricerche statistiche, è emerso che il cartongesso è uno dei materiali più utilizzati nell’ambito dell’architettura di interni.

Si tratta infatti di un elemento molto comune, utile sia per realizzare pareti divisorie, al fine di separare uno stesso ambiente creando due o più stanze. Utilizzato sia per creare delle fantastiche decorazioni sul soffitto. Può essere tra l’altro una soluzione perfetta per poter ridurre uno spazio e per far sembrare un ambiente più contenuto.

 

Controsoffitto in cartongesso: i vantaggi

 

Quando si parla del controsoffitto in cartongesso, si nomina una struttura ormai molto richiesta e diffusa in numerose tipologie di immobili. Spesso si associa tale costruzione ai palazzi nobiliari antichi, tipici di epoche passate come il Settecento e spesso presente anche nell’arte barocca. In realtà, si tratta anche di una soluzione molto moderna, presente in diverse abitazioni e utile in molte casistiche.

Sono numerosi infatti i fattori positivi che possono essere determinati dall’uso di un controsoffitto composto dal materiale in questione. Tra i vantaggi vi è l’isolamento, sia acustico sia termico.

Spesso infatti numerose famiglie decidono di richiedere tale costruzione per la stanza dei figli, perché può aiutare a mantenere l’ambiente più protetto da eventuali sbalzi termici, nonché ne contiene i suoi elevati, magari associati alla confusione che i bambini possono causare, quando giocano.

Importante anche il fattore decorativo: il controsoffitto in cartongesso viene consigliato se si possiedono ambienti con altezze elevate. Va detto infatti che la struttura in questione tende a causare un senso di abbassamento del soffitto.

Proprio per questo motivo, lo si sconsiglia se il proprio immobile è considerato basso. I vantaggi dal punto di vista delle decorazioni non terminano qui: la costruzione garantisce infatti anche un senso di eleganza.

Quest’ultimo è solitamente associato allo stile classico, ma si ricorda che in tante stanze composte da arredamento moderno o di altra tipologia, può essere comunque presente il controsoffitto.

 

Il costo e il montaggio

 

Rispetto alle altre soluzioni che potrebbero essere adottate per modificare la struttura di una stanza, quella del controsoffitto è una delle più indicate. A dimostrare tutto ciò vi è il fattore costo e quello relativo al montaggio. Per quanto riguarda il prezzo, non si parla di cifre esorbitanti ed inoltre la spesa dipende dai metri quadrati che la struttura andrà a ricoprire.

Ulteriore fattore positivo risiede nel montaggio, che non richiede particolari lavori, anche se qualsiasi modifica andrà ovviamente svolta da un professionista. Certamente, il cartongesso rimane un materiale molto comune, capace anche di rendere resistente la parete non solo da sbalzi termici, ma come si è visto anche acustici.

A coronare il tutto anche l’eleganza, da poter arricchire con decori particolari o sfumature che riprendono diverse tonalità. Non va però sottovalutato il fatto della riduzione dello spazio, cosa che rivelarsi svantaggiosa, se il soffitto della stanza in questione fosse già basso. Per il resto, i fattori positivi del controsoffitto in cartongesso rimangono numerosi, ed è per questo che sempre più persone scelgono di utilizzare tale struttura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here