Durante il periodo del lockdown alcune persone hanno dichiarato che la sua rete fosse pericolosa e hanno persino distrutto alcune antenne a Maddaloni e in Gran Bretagna. Si parla del 5G, nuovo tipo di connessione che presto sostituirà le vecchie tipologie, ovvero il 4G. Per quanto riguarda invece il 2G e il 3G, si tratta di reti ormai superate da tempo. L’ultimo ad esempio vien ormai considerato come una sorta di sostituto che compare nel caso il 4G non prendesse bene. Il 5G si presenta come più potente e veloce e in alcune città italiane ed europee è già stato installato. Non sono poche però le proteste a riguardo e soprattutto anche le fake news.

 

 

5G: di che cosa si tratta esattamente

 

Il 5G a quanto pare è in grado di raggiungere una velocità mai ottenuta prima nel campo delle reti di connessioni. La potenza sarà, o sarebbe meglio dire “è”, un’altra sua caratteristica. Sono infatti numerose le antenne già installate in alcune cittadine italiane, anche se le false dicerie non sono mancate. Addirittura, soprattutto durante la piena emergenza provocata dal lockdown, alcuni hanno sostenuto che il Coronavirus fosse causato dal 5G. In realtà, non c’è nulla di vero in questo, tanto che a dimostrarlo sono anche intervenuti gli esperti in materia. Da aggiungere a tutto ciò che non vi è nulla di dimostrato riguardo gli eventuali danni che tale tipo di connessione potrebbe avere sulla salute umana. Sebbene questo possa essere un sospetto, non vi è alcun fondamento utile per dimostrare tale tesi. Se anche così fosse, prima di ottenere una dimostrazione, occorrerebbero anni di studio. C’è anche da dire però che sembrerebbe che le antenne della nuova invenzione sarebbero state studiate appositamente per evitare di diffondere troppe radiazioni. I fattori positivi riguarderebbero soprattutto la potenza del segnale e la possibilità di riuscire a far connettere in contemporanea molte persone. Questo però non è tutto.

 

Le altre caratteristiche di questa rete

 

Quello che è vero è che per ora solo alcune tipologie di cellulari sono in grado di sostenere il tipo di connessione in questione. Molti dei modelli però sono costosi e in tanti temono di dover comprare un nuovo smartphone proprio per supportare la nuova rete. Spesa giudicata da molti come totalmente inutile, soprattutto se il loro telefono per ora funziona e non ha problemi a connettersi. Il punto che fa discutere riguarda il fatto che il 4G, attuale rete, diventerà presto inutilizzabile. Lo scopo è quello di cancellarlo per poter farlo sostituire completamente dal 5G. Sembrerebbe però che a trarne beneficio potrebbero essere soprattutto le aziende o le strutture che dovranno adoperare un unico modem per far connettere più individui. Le prove che per ora sono state effettuate sembrano aver trovato un buon riscontro per quanto riguarda la funzionalità, ma non hanno soddisfatto la popolazione. Quest’ultima infatti, in molte città italiane, rimane sospettosa che le diverse antenne possano essere dannose o che tale invenzione sia totalmente inutile. Non resta che sperimentare realmente la nuova rete, per provare a dare un giudizio più preciso.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here