Notizie

La storia di un bimbo nato senza mani

Ha 5 anni il piccolo Daniel Tennant, il bimbo nato senza il braccio sinistro e con il braccio destro non formato. Ma ora grazie ad una nuova protesi con le dita delle mani che si aprono e si chiudono potrà utilizzare l’arto, e quest’anno potrà finalmente aprire da solo i regali di Natale tanto attesi.

La madre Stephanie dice che il suo bimbo sorride sempre da quando gli hanno messo la nuova protesi, perchè riesce a fare molte più cose rispetto a prima, anche quelle cose che possono sembrare scontate ma che per lui sono in realtà, una grande conquista.

Ha tanta voglia di giocare, come tutti gli altri bambini della sua età, ma purtroppo il piccolo Daniel finora ha sempre avuto delle difficoltà, perchè 5 anni fa è nato con una malformazione ad entrambe le braccia non diagnosticata durante il periodo della gestazione.

Iniziata la scuola nel mese di settembre, il bimbo aveva dichiarato alla madre che avrebbe desiderato una mano normale con le dita come tutti gli altri bambini normali. E’ proprio a quel punto che la donna poco più che ventenne decise di recarsi presso Ainslie Hospital Astley di Edimburgo.

Oggi grazie a questi specialisti che il piccolo di 5 anni può avvalersi dell’uso di una mano protesica con 5 dita che si aprono e si chiudono.

“Questo è il migliore regalo che Daniel potesse ricevere” ha dichiarato la madre.

Anche se aveva imparato a gattonare senza protesi solo ed esclusivamente con i suoi moncherini era anche riuscito con il tempo a prendere alcuni oggetti, adesso è letteralmente entusiasta per questo nuovo regalo di Natale, un paio di protesi nuove che gli  permetteranno di eseguire ampi ed efficaci movimenti.

Questo gli ha dato molta più indipendenza e soprattutto molta più fiducia. Ora può sentirsi “normale” come tutti gli altri bimbi.

Daniel è felicissimo per la sua nuova mano. E anche noi lo siamo per lui. Ci auguriamo di vero cuore che Babbo Natale quest’anno gli porti tanti giocattoli e soprattutto tanta serenità.

Ma gli scienziati britannici sono in allarme per il crescente numero di bambini nati senza braccia o senza mani. La storia del piccolo Daniel non è una storia unica, ma purtroppo come Daniel ci sono altri bambini nati con la sua stessa condizione. Questo è quanto affermato dal Sunday Times, secondo cui i casi finora registrati sono 15 in meno di due anni.

La zona più colpita è il sud della Scozia, dove i bimbi nati con malformazioni alle mani o alle braccia sono in totale 8 di cui 3 in una stessa città.

Non sono chiare per nessuno le cause di questa tragedia, anche se c’è chi ipotizza che il responsabile di questa patologia possa essere un virus, altri invece pensano che la causa sia da attribuire all’inquinamento ambientale, ed in particolare quello marino.

I genitori dei bimbi colpiti da questa tragedia chiedono che sia fatta chiarezza in merito alla vicenda, al fine di catalogare tutti i casi e cercare al contempo stesso di scoprire se c’è una causa comune.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *