Donna

Gravidanza: psoriasi e alimentazione

Erroneamente a quanti molti pensano, la psoriasi non incide assolutamente sulla possibilità di avere un figlio.  Naturalmente non si può dire con certezza cosa avviene in ciascun caso, ma pare che durante la gestazione la situazione migliora sensibilmente grazie all’innalzamento del cortisolo che pare abbia una funzione prettamente antinfiammatoria riducendo così la sintomatologia.

Tuttavia nel trattamento e nel controllo della psoriasi l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale. Ecco perchè seguire uno stile di vita sano caratterizzato dall’assunzione di cibi prettamente naturali può aiutare moltissimo a ridurre i sintomi. ( solo in caso di necessità potreste valutare la possibilità di assumere del buscopan o farmaci simili )

Però è bene precisare che la psoriasi non scompare con l’alimentazione, tuttavia attraverso la conoscenza degli alimenti si impara a capire quali cibi fanno bene alla pelle e quali no, impostando così un percorso alimentare che può alleviare i sintomi della patologia.

Psoriasi e alimentazione: ecco le linee guida da seguire

La prima cosa da fare è bere moltissima acqua almeno due litri al giorno. E’ necessario limitare il consumo della carne soprattutto quella rossa e gli insaccati. Da evitare categoricamente le fritture, i cibi troppo speziati, alimenti troppo acidi quali caffè, cioccolata e aceto.

Limitare notevolmente il consumo dei formaggi stagionati, uova e latte. Via libera invece ai formaggi freschi. Prediligere tanta frutta e verdura di stagione facendo attenzione però a questi elementi: pomodori, melanzane, patate, carciofi, mele crude.

Gli alimenti consentiti per la psoriasi sono i seguenti:

  1. quelli che contengono vitamina A: carote, barbabietole, asparagi, spinaci, basilico
  2. quelli che contengono vitamina C: fragole, Kiwi, anguria, pompelmo, mirtilli, uva, ananas
  3. quelli ricchi di selenio:pistacchi, uva, pesche, aglio, mais, avena, orzo
  4. alimenti con acido folico: legumi, arance, spinaci, germe di grano, lattuga
  5. quelli ricchi di zinco: semi di girasole, sedano
  6. alimenti ricchi di acidi grassi omega 3: pesce, e frutti di mare
  7. anche lo yogurt gioca un ruolo fondamentale in quanto ricco di batteri probiotici

Come ridurre la nausea durante la gravidanza

Secondo le ultime ricerche è stato stimato che il 50% delle neo mamme sono afflitte dal senso di nausea nel primo trimestre di gestazione.  La nausea è uno dei sintomi più comuni alle donne in gravidanza.

La sua presenza è dovuta a fattori prettamente ormonali. Sicuramente è possibile ridurre questo disturbo mettendo in atto alcuni piccoli accorgimenti, però è doveroso sottolineare che ogni gravidanza è unica e pertanto ogni donna la affronta in maniera diversa.

Tuttavia ci sono alcuni casi che i rimedi naturali non sono efficaci e pertanto si giunge a perdite di peso notevoli per la gestante. A questo riguardo è di vitale importanza contattare direttamente il proprio ginecologo di fiducia per discutere sul da farsi.

Generalmente le nausee compaiono circa alla sesta settimana di gestazione e terminano più o meno alla dodicesima settimana quando i livelli di beta HCG cominciano a diminuire.

Questo disturbo tanto odiato dalle future mamme si avverte soprattutto di mattina, al risveglio. Però ci sono moltissime donne che riportano attacchi anche durante il giorno.

Ma quali sono i giusti rimedi da prendere in considerazione?

  • Appena sveglie è necessario non bere nessuna bevanda in maniera tale da non aumentare la normale acidità dell’intestino. Quindi è utile a questo riguardo evitare di bere caffè e succo di arancia a stomaco vuoto.
  • Prima di alzarsi è necessario consumare qualche fetta biscottata o dei crackers. Questo piccolo accorgimento serve ad asciugare i succhi gastrici.
  • Inoltre mangiare poco ma più volte durante il giorno può aiutare a ridurre il problema.
  • Evitare fritture, cibi troppo conditi o troppo speziati.
  • Per chi non lo sa il limone può essere una valida soluzione per contrastare il senso di nausea. Infatti basta qualche goccia spremuta in acqua frizzante e il fastidio tende a scomparire nel giro di qualche minuto.
  • Lo zenzero è anche un altro utile rimedio. Lo si può reperire sotto forma di pillole o sotto forma di infuso.
  • Aerare le stanze in maniera da evitare quella sensazione sgradevole di aria viziata può aiutare a diminuire la nausea.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *